A 7 anni vince la battaglia contro il cancro: “Sarà il suo primo Natale da bimba sana”

A 7 anni vince la battaglia contro il cancro: “Sarà il suo primo Natale da bimba sana”

Festa e lacrime di gioia questo Natale per la piccola Erin di soli 7 anni

un Natale speciale e di gioia per lei, dopo aver ricevuto la notizia più bella che potesse desiderare: La piccola Erin, infatti, per la prima volta negli ultimi 5 festeggerà finalmente libera dal cancro

La piccola, di soli 7 anni, ha passato quasi tutta la sua breve vita a combattere e finalemente è guarita.

A 2 anni le è infatti stata diagnosticata la leucemia

Da quel giorno, insieme alla famiglia, ha iniziato una lunga battaglia fatta di terapia in ospedale.

La piccola Erin ha trascorso il Natale in reparto per anni ma finalmente queste feste le passerà a casa, aspettando come tutti gli altri bimbi Babbo Natale con la famiglia tra le mura domestiche.

I genitori dal Regno Unito si trasferirono a Seattle- riporta Leggo – dopo che le cure sulla figlia non davano risultati, Negli Stati Uniti Erin è stata sottoposta ad una terapia genetica, nota come Chimaeric Antigen Receptor, grazie alla quale è guarita.

Nel 2016 ha avuto una ricaduta, ma la sua voglia di vivere è stata più forte e grazie anche a un trapianto di midollo oggi è finalmente sana.

 

 

Erin può tornare a casa e a scuola, finalmente potrà essere una bambina come gli altri, come riporta anche la stampa locale.

 

Ma quanto è diffusa questa malattia?

 

Secondo gli esperti, tra i bambini, la leucemia linfocitica acuta (ALL) che la leucemia mieloide acuta (LMA) vengono solitamente diagnosticate in forma acuta.

Dal 1975 al 2011, il tasso di incidenza della leucemia è aumentato negli Stati Uniti di una media annuale dello 0,7% per i bambini e adolescenti di età compresa tra 0 e 19 anni,

mentre nell’Unione europea, l’aumento annuale dell’incidenza delle leucemie tra il 1978 e il 1997 era in media dello 0,6% .

AIRTUM, l’Associazione italiana registri tumori, stima che per il quinquennio 2016-2020, in Italia, saranno diagnosticate 7.000 neoplasie tra i bambini e 4.000 tra gli adolescenti,

mediamente 164 casi di tumore maligno per milione di bambini (0-14 anni) e 269 casi per milione di adolescenti (15-19 anni).

 

 

Tuttavia, molto poco è noto della sua eziologia.

Sono stati identificati alcuni fattori di rischio per i tumori infantili, compresa la leucemia, come: la sindrome di Down, l’esposizione a radiazioni ionizzanti e virus come l’Epstein-Barr.

L’ipotesi di Greaves, “the Infective Agent Theory”, delinea un processo oncogenico a 2 stadi per la leucemia infantile:

 

una mutazione genetica in utero che causa una predisposizione genetica al cancro seguita successivamente da un’esposizione ritardata a un agente infettivo.

È stato anche suggerito che vi è una variazione stagionale statisticamente significativa nelle date di inizio della leucemia infantile, simile a focolai di malattie trasmissibili.