Assalto in villa: ucciso il padrone di casa, poi hanno tentato di strangolare la moglie. Caccia ai killer

Assalto in villa: ucciso il padrone di casa, poi hanno tentato di strangolare la moglie. Caccia ai killer

Le notizie che arrivano da Opicina, alle porte di Trieste, sono tra le più drammatiche dell’intera giornata.

Trieste – Il quotidiano Leggo riferisce in fatti di un gravissimo episodio riguardante un drammatico e violento assalto in una villa, probabilmente avvenuto questa notte

Il padrone di casa è stato trovato poche ore fa, privo di vita.

 

 

La scoperta ad Opicina, sull’altopiano carsico, sopra Trieste. L’uomo sarebbe un 70enne di cui non è ancora stato reso noto il nome, probabilmente vittima di una rapina.

Il corpo dell’anziano è stato trovato nella prima mattinata di oggi riverso nel giardino di casa, intorno alle 8, da alcuni operai di una ditta impiegati sul posto
per alcuni lavori ordinati in zona

Come riportano i media, la morte dell’uomo, secondo una prima ricostruzione, sarebbe riconducibile ad una aggressione, causa una serie di colpi ricevuti che, sempre secondo i media, sarebbero risultati visibili sul corpo dell’uomo.

Sul suo volto infatti sarebbero ben evidenti i segni di violenza. La moglie, viva, è stata trasportata all’ospedale di Cattinara sotto choc. 

 

 

Anche lei sarebbe stata vittima di violenza: da un primo e veloce esame infatti presenta ferite al collo dovute a un tentativo di soffocamento da parte dei probabili rapinatori.

Immediata è scattata la caccia ai killer – riporta Leggo – Sul posto sono giunte numerose pattuglie della Squadra mobile e delle Volanti, e il magistrato, Federico Frezza. Tra le prime ipotesi al vaglio degli investigatori,

e della Polizia scientifica che ha avviato i rilievi, ci sarebbe quella di un tentativo di rapina. La zona è molto tranquilla e abitata in maggioranza dalla comunità slovena.