Forze Armate, è ufficiale: Salvatore Farina è il nuovo capo di Stato maggiore dell’Esercito Italiano

Forze Armate, è ufficiale: Salvatore Farina è il nuovo capo di Stato maggiore dell’Esercito Italiano

Nel corso della sua carriera, Salvatore Farina ha maturato una vasta esperienza sia in Forza Armata che presso Comandi ed unità Interforze e multinazionali, con particolare riferimento ai settori delle operazioni,

della politica di Difesa, della pianificazione generale in ambito interforze e Forze Armate estere oltre che nelle relazioni internazionali, che ha consolidato prestando servizio nei vari Comandi e organismi multinazionali e durante le operazioni Nato ed Ue a cui ha partecipato. Farina è sposato ed ha due figlie.

Ha assunto l’incarico di comandante del Joint Force Command di Brunssum (Olanda) il 4 marzo 2016.

Dopo aver frequentato l’Accademia Militare di Modena e la Scuola di Applicazione di Torino, si è laureato in scienze strategiche presso la Scuola di Applicazione – Università di Torino. Ha frequentato il 26 British Army staff College in Inghilterra.

Si è laureato poi in ingegneria elettrotecnica presso l’Università di Padova e in politica internazionale e relazioni diplomatiche presso l’Università di Trieste.

Ha conseguito il master in Defence Resource Management presso l’Istituto della Difesa Usa in Monterey – California. E’ in possesso del brevetto di paracadutista e di istruttore militare di educazione fisica.

 

 

Ha conseguito inoltre il master alta formazione per dirigenti generali del Ministero Difesa presso Link Campus di Roma. Tra gli incarichi principali degli ultimi anni, Salvatore Farina è stato presidente del Comitato per l’Implementazione del Libro Bianco per la Difesa dal maggio 2015 a febbraio 2016.

Dal settembre 2014 al maggio 2015 è stato Capo Dipartimento Trasformazione Terrestre dell’Esercito; dal settembre 2013 al settembre 2014 è stato Comandante dell’Operazione Nato Joint Enterprise in Kosovo; da luglio 2011 ad agosto 2013 è stato il capo del III Reparto – Politica Militare e Pianificazione – dello Stato Maggiore della Difesa.

Tra ottobre 2008 e gennaio 2010 ha svolto l’incarico di vicecapo III Reparto di Smd responsabile della pianificazione generale in ambito Interforze.

Nel 2007-2008 ha comandato la Brigata Trasmissioni nella sede di Anzio (Roma); dal 2004 al 2007 ha prestato servizio nella sede dell’ambasciata italiana a Londra, in qualità di Addetto Militare.

Nel periodo 2001-2004 è stato Capo Ufficio Pianificazione Generale dello Stato Maggiore dell’Esercito in Roma ed è stato responsabile di numerosi progetti tra cui quello della professionalizzazione e riorganizzazione dell’Esercito nell’ottica delle nuove missioni, della sospensione dell’obbligo della leva e passaggio al professionale

 

 

Nel 2000-2001 ha comandato il 1° Reggimento Trasmissioni a Milano, curando l’ammodernamento del reparto e il passaggio dell’unità alle dipendenze delle forze di Reazione Rapida della Nato;

dall’ottobre 1996 al settembre 1999 è stato il Capo del Centro Operativo Interforze presso lo Stato Maggiore della Difesa ed in tale veste ha pianificato e diretto tutte le operazioni militari delle nostre Forze Armate in Bosnia, Albania, Macedonia, Kosovo, Timor Est.

Da settembre 1995 a settembre 1996, ha comandato il Battaglione Trasmissioni ‘Leonessa’ a Civitavecchia. In tale periodo, inoltre, è stato impiegato in Bosnia nelle fasi più intense dell’operazione Joint Endeavour– Ifor a guida Nato.

Il generale Farina nel corso della carriera è stato insignito di diverse decorazioni e onorificenze.