Rapina finisce nel sangue. Vogliono l’orologio, ma lui reagisce: gli sparano nel garage di casa

Rapina finisce nel sangue. Vogliono l’orologio, ma lui reagisce: gli sparano nel garage di casa

Una rapina è finita nel sangue ieri pomeriggio a Roma.

E’ successo per un orologio. Un uomo di 30 anni, periferia del Prenestino, ha raggiunto il suo garage in via Luigi Crocco, quando è stato aggredito da un rapinatore armato che ha preteso l’orologio di valore che la vittima portava al polso.

Il possessore dell’orologio ha cercato di reagire e di tutta risposta il malvivente gli ha sparato

Il proiettile ha raggiunto ad una mano il trentenne.

Le grida, il rumore provocato dall’esplosione del colpo, hanno messo il bandito in fuga che si è dileguato senza bottino.

A dare l’allarme è stato lo stesso ferito che si è recato in strada sanguinante e gridando aiuto. Sulla rapina indagano gli agenti del commissariato Casilino.

Il ricercato ha agito con un passamontagna, difficile, quindi, una sua identificazione in poco tempo.

La vittima è stata molto fortunata, questo il parere degli investigatori: il colpo è passato a pochi centimetri dal corpo.