Inutile ogni cura, Cristiano muore a 43 anni lasciando due figli piccoli

Inutile ogni cura, Cristiano muore a 43 anni lasciando due figli piccoli

È stato un cancro fulmineo e letale a strappare in pochi mesi Cristiano Altinier ai suoi genitori, alla moglie Maristella e ai suoi due bimbi di 7 e 3 anni.

MANSUÈ – Lutto a Basalghelle per la morte di Cristiano Altinier, 43 anni.

Il tutto è iniziato con un disturbo alla gamba, sembrava una cosa banale, ma così non è stato. Inutile ogni cura.

Ogni strada è stata tentata contro questo male che alla fine ha avuto il sopravvento.

Dopo gli studi, Cristiano aveva iniziato a lavorare aiutando il padre Agostino nell’officina che proprio lui aveva fondato alcuni anni prima a Basalghelle, lungo via Vallont.

Ma dopo che il padre, grande appassionato di meccanica e di auto d’epoca, era riuscito a maturare i requisiti per l’agognata pensione,

Cristiano non se l’era sentita di portare avanti l’azienda di famiglia. L’officina così era stata chiusa e il figlio aveva dovuto cercarsi un altro lavoro.

L’aveva trovato quasi subito alla Friul Intagli, dov’era impiegato come operaio. Cristiano era contento del proprio lavoro vicino a casa.

I familiari sottolineano come non gli servissero chissà poi quali lussi

Lavorava alla Friul Intagli di Prata di Pordenone. Si tratta del colosso fondato nel 1968 da Inaco Maccan, oggi diventato il più grande produttore di componenti per mobili nel mondo. Era un uomo benvoluto.