Scontro frontale in tangenziale fra auto e moto, morto il poliziotto Gianluca De Santis

Roma: scontro frontale in tangenziale fra auto e moto, morto il poliziotto Gianluca De Santis

Roma – Abbiamo purtroppo già riportato la notizia dell’incidente mortale nel tardo pomeriggio di ieri sulla tangenziale Est, nei pressi dell’uscita per viale Etiopia, in direzione stadio Olimpico.

Il conducente della moto, morto sul colpo, nello schianto, è un ispettore della polizia di Stato in servizio alla Questura di Roma: si chiama Gianluca De Santis ed aveva 45 anni, in forza alla squadra mobile.

Nonostante le ore passate, le dinamiche, secondo il messaggero sarebbero ancora da chiarire. Sul posto sono intervenuti gli agenti del II gruppo Parioli

Secondo le prime informazioni però , il poliziotto avrebbe sbattuto contro il guardrail, risultato tagliente e affilato di una lama, che gli avrebbe reciso la femorale. De Dantis è quindi morto dissanguato.

Una morte forse evitabile

Quel che è certo, è che Gianluca ha lasciato la moglie e due figli piccoli. Oltre un grande vuoto tra amici e colleghi

Ieri sera sul luogo dell’incidente mortale sono accorsi decine di poliziotti e funzionari. Scene di commozione profonda.

Il capo della squadra mobile, Luigi Silipo si è recato sul posto così come il vice dirigente Andrea Di Giannantonio che l’aveva avuto come suo uomo alla Omicidi.

“Non mi sembra vero – dice disperato un amico e collega -. Proprio questa mattina abbiamo preso il caffè insieme in Questura. Lui calmo e buono come sempre”.


Le testimonianze sono riportate dal Messaggero.

“Aveva lavorato con noi delle volanti – racconta in lacrime una poliziotta – lui faceva parte dell’equipaggio della mitica volante 6”.

E’ probabile che si aprirà un’inchiesta sul guardrail killer che è costato la vita al 45enne.