Non dà la precedenza e travolge un’auto con una famiglia: l’incidente provoca due morti

Non dà la precedenza e travolge un’auto con una famiglia: l’incidente provoca due morti

E’ morto a soli 18 anni mentre con un gruppo di amici e parenti stava andando ad ùn incontro religioso dei cristiani della numerosa comunità filippina in Italia.

Harold Delfin Dumaguing, filippino ma da una vita a Milano, è deceduto sul colpo, nell’incrocio tra via Enrico Cosenz e via Giovanni Durango, nel quartire Bovisa.

 

Incidente in via Cosenz, auto lamiere, polizia locale di D. Bennati (4)

 

La Renault Clio nera sulla quale viaggiava in compagnia di altre quattro persone – una delle quali, Wilhelmida Cara Delfin Lagula, una sua parente di 48 anni,

è morta in ospedale – è stata travolta da un’Opel Corsa guidata da un ragazzo italiano di 25 anni, responsabile, secondo la polizia locale, di non aver dato la precedenza che spettava alla Clio.

Lo schianto, violentissimo, ha provocato un boato che ha risvegliato gli abitanti della zona, a due passi dal Politecnico.

Dopo l’incidente, le auto hanno fatto carambola contro altre vetture parcheggiate lungo la strada. La Clio è finita contro una rete di recinzione e, infine, contro dei grossi silos

Incidente in via Cosenz, auto lamiere, polizia locale di D. Bennati (6)

Le prime chiamate al 118 sono delle 4.46. Arrivano di corsa nove mezzi tra ambulanze e automediche. Per il paziente in arresto cardiaco non c’è nulla da fare.

I feriti – una ragazza di 17 anni, tre donne tra i 44 e i 48 anni e un giovane di 25 anni – vengono portati in vari ospedali, il più grave finisce al Niguarda, gli altri al Policlinico, al San Carlo e al Fatebenefratelli.

Una delle donne ferite muore poche ore dopo in ospedale. Un’altra resta in prognosi riservata