Gli ultimi istanti di vita di Oscar Perez, il poliziotto “eroe anti Maduro”: gli spari in diretta sui social

Gli ultimi istanti di vita di Oscar Perez, il poliziotto “eroe anti Maduro”: gli spari in diretta sui social

Oscar Perez è stato uno dei poliziotti più noti degli ultimi mesi. Oscar era un agente ribelle che la scorsa estate, nel periodo delle sanguinose proteste contro Nicolas Maduro,

pilotò un elicottero della polizia e da cui sparò diversi colpi di mitragliatrice e lanciò 4 granate contro la Corte Suprema venezuelana, accusata dall’opposizione di rinforzare con le sue sentenze il potere del presidente

Divenuto famoso sui social, dove era stato ribattezzato “rambo” e visto come una sorta di eroe rivoluzionario, è stato ucciso dalle forze di sicurezza venezuelana nell’assedio in un sobborgo di Caracas.

 

Risultati immagini per oscar perez

 

Ma Perez era noto anche per i suoi lineamenti, tanto da non passare inosservato neanche negli ambienti dello spettacolo.

Nel 2015 fu il protagonista di “Muerte Suspendida” un film d’azione argomento spinoso in cui molti venezuelani si identificano: il sequestro.

l’obiettivo del film è mostrare ai venezuelani che il Cicpc (corpo d’elite poi screditato da scandali di corruzione) lotta ogni giorno “per sradicare la pratica criminale del sequestro, un cancro della società”

“Sono un uomo che esce in strada senza sapere se tornerà a casa perché la morte è parte dell’evoluzione” disse una volta Perez.

Su Instagram sono stati pubblicati suoi ultimi istanti di vita mentre era assediato dentro una casa nel quartiere El Junquito di Libertador ad ovest di Caracas in Venezuela.