Auto della Polizia accerchiata dai profughi: scattano gli arresti

Gli agenti sono stati costretti a mettersi in sicurezza

Auto della Polizia accerchiata dai profughi: scattano gli arresti

Alcuni cittadini afghani e pachistani, richiedenti asilo sono stati arrestati dagli agenti della squadra mobile di Pordenone.

Le manette sono scattate dopo che, alcuni giorni fa, un gruppo di migranti era intervenuto a difesa di un altro richiedente bloccato da una macchina della volante della polizia di Stato.

Secondo quanto racconta il Gazzettino, i poliziotti erano sul posto perché un richiedente asilo alterato da sostanze psicotrope aveva dato in escandescenze e creato problemi e paura inveendo contro i passanti.

Una volta giunti, i poliziotti lo avevano fermato con non poca fatica.

A questo punto gli altri richiedenti asilo avevano circondato l’auto dei poliziotti strattonato gli agenti riuscendo alla fine a liberare l’uomo

 

 

I poliziotti si erano trovati in quel frangente in netta minoranza, preferendo quindi desistere.

Subito dopo però, una volta messi in sicurezza gli agenti, era scattata l’indagine dei colleghi della Squadra Mobile, conclusasi con gli arresti di queste ore.

Grazie alle testimonianze degli agenti aggrediti e alle telecamere della videosorveglianza del Comune sono stati identificati alcuni richiedenti asilo

mentre un’altra ventina di persone è stata accompagnata in questura per accertamenti.