I giorni della Merla e il Meteo fino al 4 febbraio

Dopo tanta pioggia, neve e maltempo, un po’ di tregua, anche se la primavera si farà ancora attendere..
Ma vediamo di seguito le previsioni

I giorni della Merla e il Meteo fino al 4 febbraio

Smentita la credenza popolare che vuole il 29, 30 e 31 gennaio i giorni più freddi dell’anno. Ma l’inverno non è finito, ci aspetta un inizio febbraio ‘movimentato’

Niente pioggia, neve e freddo a causa della presenza di un vasto campo di alta pressione proteso dal vicino Atlantico fino alla Penisola balcanica,

che garantirà tempo stabile in tutto il nostro Paese almeno fino a mercoledì prossimo.

l’inverno non è finito. La seconda parte della prossima settimana, infatti, potrebbe rivelarsi più movimentata e con tendenza a un graduale raffreddamento.

Secondo il Meteo Giornale invece l”Italia resterà con clima sempre mite e meteo stabile, ma non sempre soleggiato.

Nuvolaglia sarà presente soprattutto sui settori tirrenici e Liguria, ma con scarsa probabilità di fenomeni, salvo pioviggini in Liguria.

Nebbie ancora più fitte e diffuse si avranno in Val Padana mentre dal 31 gennaio assisteremo ad un inizio di deterioramento delle condizioni di bel tempo per via del cedimento dell’anticiclone,

con qualche piovasco su aree tirreniche e prime nevicate sulle Alpi.

 

immagine 1 articolo 49349

Novità importanti si dovrebbero avere invece, sempre secondo MeteoGiornale,

con l’inizio di febbraio quando l’anticiclone dovrebbe cedere spazio ad un fronte perturbato in discesa dal Nord Europa che sarà anche causa di un calo termico piuttosto brusco che riporterà l’inverno alla ribalta.

Dopo il raffreddamento, ci sarà un temporaneo miglioramento con relativo rialzo termico nel corso del weekend del 3-4

 

LE TEMPERATURE SECONDO 3bMETEO

LUNEDI‘. L’alta pressione continua ad espandersi e le temperature subiscono un generale aumento su tutta Italia, con punte di 15/16°C al Centro-Sud e sulle isole maggiori. Le nebbie inizieranno invece ad intensificarsi lungo la Val Padana, inibendo il riscaldamento diurno su alcune zone di pianura. Al Nord previste minime tra 1 e 5°C, massime tra 6 e 10°C, fino a 10°c a 1500m, 8°C a 2000m; al Centro e Sardegna minime tra 4 e 7°C, massime tra 9 e 15°C; al Sud minime tra 7 e 12°C, massime tra 13 e 16°C.
Alcune massime previste per lunedì
MARTEDI‘. Alta pressione sempre protagonista, ma da ovest iniziano ad infiltrarsi correnti più umide che determinano un aumento della nuvolosità sul versante tirrenico e un rallentamento del riscaldamento diurno. Sulla Val Padana saranno ancora nebbie e nubi basse ad inibire il rialzo termico, mentre sulle Alpi continuerà la fase quasi primaverile. Al Nord minime tra 2 e 6°C, massime tra 9 e 11°C, a 1500m punte di 9/10°C sulle Alpi occidentali,a 2000m fino a 8°C; al Centro minime tra 4 e 7°C, massime tra 9 e 13°C, fino a 16°C in Sardegna; al Sud minime tra 7 e 12°C, massime tra 13 e 15°C.
Alcune massime previste per martedì

 

MERCOLEDI‘. Poche variazioni, se non un principio di abbassamento delle temperature sul versante tirrenico per l’ingresso di infiltrazioni di aria più umida da ovest. Al Nord massime fino a 8/11°C, al Centro massime fino a 11/14°C con punte di 15°C in Sardegna, al Sud massime fino a 13/15°C.