Spezza un dito a un Carabiniere, non rispetta il divieto di dimora, vaga per la città ed entra in una scuola

Spezza un dito a un Carabiniere, non rispetta il divieto di dimora, vaga per la città e disturba alcuni studenti in una scuola

Ha rotto un dito ad un Carabiniere dopo che questi gli aveva chiesto i documenti. E’ stato arrestato

l’uomo in atteggiamento sospetto, la segnalazione era partita da un volontario dell’associazione nazionale Carabinieri

Un ragazzo di 32enne originario dell’Algeria, già pregiudicato, è stato arrestato dopo un’aggressione ad un brigadiere dell’arma che lo aveva fermato per chiedergli i documenti.

L’episodio di violenza si è verificato in centro a Faenza, a metà Dicembre

 

Ma dopo la convalida dell’arresto, l’uomo era stato scarcerato e gli era stato imposto il divieto di dimora nella provincia di Ravenna.

Come spesso accade però, l’ordine non è stato rispettato e nei giorni successivi l’uomo sarebbe stato più volte controllato a Faenza

Oltre a vari “avvistamenti”, riporta RavennaToday, l’uomo già due giorni dopo la sua scarcerazione sarebbe stato allontanato dal cortile interno di una scuola media dove, in stato di ubriachezza, sarebbe stato intento a infastidire gli studenti.

“Il giudice ha quindi ordinato di arrestarlo e portarlo in carcere; nel frattempo lo straniero, irregolare sul territorio dello stato e senza fissa dimora, si sarebbe “dato alla macchia” rendendosi irreperibile“

L’algerino è stato infine rintracciato ed arrestato Sabato mattina