Latina, il pianto straziante della zia: “E’ atroce, le mie nipotine…”. Insulti sul profilo social per il Carabiniere

Latina, il pianto straziante della zia: “E’ atroce, le mie nipotine…”. Insulti sul profilo social per il Carabiniere

Dopo la tragedia ed i tentativi di dissuadere Luigi Capasso, il Carabiniere di Latina, la reazione social.

“Bastardo”, “vigliacco”, “Che tu sia maledetto. Spero esista veramente l’inferno….”: è questo quanto si legge sul profilo Facebook di Luigi Capasso.

 

 

La vicenda è oramai nota. Capasso ha colpito prima la moglie – Antonietta Gargiulo in gravi condizioni al San Camillo – e poco dopo ha ucciso le due bambine di 7 e 13 anni.

Poi si è sparato. “Ma, proprio in quelle ore di terrore misto a speranza – racconta Il Corriere – sul profilo dell’appuntato dei carabinieri Capasso si sono moltiplicati gli appelli, i messaggi e le preghiere per fargli rilasciare vive le sue figlie.

Ora dopo ora, il dramma della famiglia Capasso è diventato collettivo grazie ai social. Il 44enne appuntato che le foto mostrano in effetti sul balcone mentre parla coi negoziatori, ha in mano lo smartphone.

 

 

“Continuate a scrivere i vostri appelli, state sicuri che vi sta leggendo. Con una mano tiene la pistola e con l’altra lo smartphone” scrivono su Facebook.”

Latina, la zie delle due bambine uccise questa mattina dal carabiniere suicida in lacrime davanti alle telecamere. “E’ atroce, non è possibile. Angeli miei”.

VIDEO