Affluenza al 58,05% alle 19: il botto può favorire Pd e Forza Italia

Affluenza al 58,05% alle 19: il botto può favorire Pd e Forza Italia

L’Italia va al voto, le urne resteranno aperte fino alle 23. Ma il nuovo sistema di voto con l’uso per la prima volta del talloncino anti frode ha provocato ritardi code e disagi un po’ in tutta Italia.

Code più lunghe del solito ai seggi fin dal primo mattino sono segnalate in tutta Italia a causa della nuova procedura introdotta per le elezioni politiche

. La rimozione del talloncino anti-frode dalle schede per Senato e Camera richiede infatti tempi più lunghi e vengono anche segnalati casi di persone,

per lo più anziani, che non volevano lasciare che fosse il presidente di seggio a deporre le schede nelle urne, come prevede la nuova procedura.

Poco dopo le 19, con una ventina di minuti di ritardo, il Viminale ha diffuso il dato complessivo sull’affluenza: è al 58,05 per cento.

Un dato altissimo, soprattutto in considerazione del fatto che in tutta Italia, ai seggi, ci sono file lunghissime di elettori in attesa di esprimere la propria preferenza.

A questo punto, è probabile che l’affluenza finale possa superare anche quella del 2013, che fu del 75,19 per cento.

Un’affluenza alta, secondo gli istituti demoscopici, dovrebbe favorire in particolare Pd e Forza Italia, che alla luce di questi dati sperano in una performance al di sopra delle aspettative.

Alle 12, l’affluenza era al 19,4%, un dato già consistente.