Milano, resiste ad una rapina davanti alla Stazione Centrale: donna finisce in ospedale

Resiste ad una rapina in via Fabio Filzi a Milano e finisce in ospedale, con un lievissima ferita ad una mano.

Protagonista di questa storia è una napoletana di quarant’anni. A riportarlo è Milano Today in un articolo di Stiben Mesa Paniagua

Domenica sera – scrive il quotidiano – un malvivente descritto come nordafricano credeva di fare una rapina facile: una donna sola, appena uscita dalla Stazione Centrale con un trolley, alle 22.30.

Convinto di portare ‘a casa’ il bottino, ha impugnato una bottiglia di vetro e si è presentato davanti alla vittima ‘predestinata’. Sperando di intimorirla, ha spaccato la bottiglia contro il muro e con i cocci l’ha minacciata per rapinarla.

La quarantenne, però, davanti alle urla dell’uomo è rimasta ‘impassibile’.

Nonostante l’ovvia paura, non ha ceduto ed ha cercato di allontanare la bottiglia con la mano, chiedendo aiuto ad altri passanti. Preso alla sprovvista dall’inaspettata reazione della napoletana, il malvivente ha rinunciato al colpo ed è fuggito.

La signora è stata soccorsa dal personale del 118. Un’ambulanza l’ha trasportata alla Clinica Città Studi in codice verde per essere medicata per un piccolo e superficiale taglio sulla mano.

Sul posto sono poi intervenuti i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Milano che dopo aver ascoltato la donna hanno ‘aperto la caccia’ all’aggressore, per il momento, senza successo.

Ma le indagini e le ricerche proseguono.

Poche ore dopo, una donna di 27 anni ha resistito ad una rapina in centro a Milano: il malvivente è stato arrestato dall’esercito e dalla polizia.