Meteo: onda calda sempre più vicina. Picchi fino a 30°, si parte per l’Estate

Alla fine il bel tempo trionferà: non è una prospettiva remota, ma una solida certezza.

Dopo settimane di tempo instabile, con numerosi episodi di cronaca da raccontare, tra cui anche le nevicate abbondanti sui rilievi alpini, ecco che da Giovedì 24 l’anticiclone fa sul serio.

Ne stiamo ormai parlando da diverso tempo, con una certa sicurezza data dall’osservazione dei grafici ensemble (in gergo, spaghetti), che sul medio-lungo termine hanno performance di affidabilità intorno all’80%.

Rispetto alle singole uscite dei modelli, sono in grado di tenere una linea di tendenza maggiormente precisa e affidabile, e risultano per questo da noi maggiormente utilizzati in sede previsionale oltre le 72 ore.

L’alta pressione a lungo assente sull’Italia scalderà i motori tra poco più di 48 ore, regalando giornate via via più soleggiate e asciutte, con temperature in deciso aumento da Nord a Sud;

qualche temporale potrà raggiungere i rilievi alpini e gli Appennini nel corso del fine settimana, ma si tratterà di fenomeni piuttosto circoscritti.

L’onda calda inizierà a farsi sentire sul nostro Paese da Giovedì, quando al Nord potranno raggiungersi 27°C a Bolzano, 26°C a Milano e 25°C diffusi al Nordest; caldo anche a Bologna e Firenze, con 26°C, stessa temperatura di Roma. Al Sud, fino a 25°C a Bari e 24°C a Napoli.

A seguire, Venerdì il sole splenderà su buona parte dell’Italia: fino a 30°C A Bolzano, 28°C a Milano, 27°C a Torino e fino a 27°C a Roma. Più caldo a Bologna e Firenze, dove la colonnina di mercurio arriverà a toccare i 28°C.

Un ulteriori aumento delle temperature massime è atteso nel fine settimana, quando potranno toccarsi i 31° al Nord, i 30°C al Centro e fino a 29° al Sud.

Questi sono i valori previsti dai nostri modelli fisico-matematici, ma non è escluso che possano risultare più elevati del previsto in caso di particolari configurazioni del territorio.

Le conferme da parte dei modelli matematici ci portano a considerare questa previsione molto attendibile, oltre il 90%, con scarti di errore sulle temperature intorno a 1 grado circa.

scritto da Carlo Testa Meteorologo per IlMeteo