Vimodrone (MI), ex vittima di bullismo mette in fuga dei rapinatori con la boxe

Un 17enne, ex vittima di bullismo, praticante arti marziali, aggredito a calci e pugni da due ventenni nordafricani che volevano rapinarlo a Vimodrone (Milano) è riuscito a reagire, a metterli in fuga e riprendersi il telefonino.

Medicato in ospedale, è stato dimesso con dieci giorni di prognosi per contusioni al volto e al corpo. A quanto si è appreso lo studente stava percorrendo una pista ciclabile all’interno di un parco, quando i due aggressori lo hanno sorpreso alle spalle, colpendo con calci e pugni nel tentativo di rapinarlo. Il ragazzo, nonostante i colpi ricevuti, forte della preparazione atletica, ha reagito e li ha messi in fuga.

Rientrato a casa, riporta l’Ansa, ha poi sporto denuncia e si è fatto medicare.
Nel suo passato, secondo quanto confermato dalla famiglia, anni di soprusi e atti di bullismo subiti a scuola, ai quali il ragazzino ha reagito dedicandosi allo sport e alle arti marziali. Sulla vicenda indagano i carabinieri di Vimodrone (Milano).