Telegram, da Apple arriva il freno per gli aggiornamenti

Il fondatore di Telegram Pavel Durov ha annunciato che Apple ha acconsentito alle richieste della Russia, ostacolando la diffusione dell’app attraverso i suoi store. Lo riporta Interfax. “Apple non permette a Telegram di aggiornare l’app sul sistema operativo iOS in tutto il mondo da quando le autorità russe hanno ordinato ad Apple di rimuoverlo da App Store”, ha denunciato Durov.

Telegram, riporta l’Ansa, è impegnata in un duro braccio di ferro con le autorità russe dopo che si è rifiutata di consegnare le chiavi crittografiche ai servizi di sicurezza di Mosca. Da allora l’app in Russia è bloccata, per quanto continui a funzionare a singhiozzo. “Riteniamo – aggiunge – di aver fatto l’unica cosa possibile per garantire la privacy ai nostri utenti in un paese complicato: purtroppo non siamo stato sostenuti da Apple”.