Rapper emergente inneggia alla mafia e spara colpi di pistola, scattate le perquisizioni

E’ una pistola a salve l’arma usata nel video del rapper Eazy Padrino, dal titolo Mafia, girato a Mattinata (Foggia), durante il quale vengono sparati in aria due colpi di pistola. Lo hanno accertato le indagini compiute da polizia e carabinieri che hanno anche recuperato i bossoli dei proiettili (sempre a salve) sparati all’interno di una proprietà privata utilizzata per le riprese del videoclip. Durante i controlli, uno degli uomini che compaiono nel filmato è stato denunciato per ricettazione perché trovato in possesso di diverse targhe d’auto di nazionalità tedesca, delle quali almeno una sicuramente contraffatta.

Stamattina polizia e carabinieri hanno compiuto perquisizioni, posti di controllo e verifiche in esercizi commerciali a Mattinata dopo la pubblicazione su Youtube, ripresa ieri da siti giornalistici, del video musicale del rapper italo tedesco Eazy Padrino dal titolo Mafia. Il rapper è il figlio di un foggiano trasferitosi in Germania. Nel videoclip, in lingua franco-algerina, si parla di mafia e vengono sparati due colpi di pistola in aria.
C’è poi un uomo, che sarebbe il genero di un ex politico locale, che impugna una pistola e simula l’inserimento del colpo in canna. Il Comune di Mattinata è stato sciolto lo scorso 16 marzo dal Consiglio dei ministri per sospette infiltrazioni mafiose I controlli degli investigatori tendono a verificare anche se il testo della canzone, che viene tradotto in queste ore da un interprete, sia una sorta di inno alla criminalità organizzata. I controlli sono compiuti dai Carabinieri, coadiuvati dagli Squadroni Eliportati Cacciatori, e dalla Polizia.