“Acqua ritirata dai supermercati”: l’avviso del Ministero della Salute. Tutte le informazioni

Un nuovo avviso di ritiro immediato di prodotto alimentare dagli scaffali di supermercati e negozi è stato diffuso nelle scorse ore dal Ministero della Salute con un comunicato pubblicato sul suo sito nella sezione dedicata ai “richiami di prodotti alimentari da parte degli operatori”.

Questa volta il ritiro dal commercio  però non riguarda cibo ma acqua minerale confezionata.

A distanza di quattro giorni dal richiamo delle autorità sanitarie, il Gruppo San Benedetto ha fatto sapere a Il Fatto Alimentare tramite un comunicato che

la decisione è stata presa a seguito dei campionamenti svolti dall’autorità sanitaria di competenza su alcune bottiglie prelevate presso un distributore automatico di bevande refrigerate che hanno rilevato una non conformità dovuta al superamento dei limiti per contaminanti idrocarburici aromatici.

Come misura precauzionale, a tutela della sicurezza dei propri consumatori, la Società ha deciso di ritirare tutte le bottiglie di acqua minerale del lotto oggetto del campionamento”.

richiamo acqua san benedetto ministero

 

ACQUA MINERALE SAN BENEDETTO

Il ministero della Salute ha provveduto a segnalare il ritiro dalla vendita di un lotto di acqua minerale naturale San Benedetto prodotta da Gran Guizza S.p.A. nello stabilimento di VIA STATALE 17 POPOLI – PE (marchio di identificazione 033PE1045).

Il richiamo riguarda l’acqua in confezioni di plastica da 500 ml (mezzo litro) che riportano il lotto numero 23LKB6137E e scadenza 16/11/2019. Il motivo del richiamo è la presenza consistente, oltre i limiti consentiti, di contaminanti idrocarburici con prevalenza di xilene, trimetilbenzene, toluene e etilbenzene.