Pozzo dell’orrore a Porto Recanati: trovati resti della 15enne scomparsa nel 2010. E’ stata uccisa e sepolta

Porto Recanati – Non più sulle prime pagine, ma le ricerche partite negli scorsi mesi non si sono mai fermate.

Parliamo naturalmente dei resti ossei, trovati nei pressi del grattacielo multietnico Hotel House di Porto Recanati (Macerata) a fine marzo

Per la Procura infatti “può ragionevolmente affermarsi” che i resti trovati a fine marzo nei pressi del grattacielo multietnico Hotel House appartengano a Camey Mossamet

“All’esito dei primi accertamenti effettuati dal medico legale Adriano Tagliabracci all’istituto di medicina legale dell’Università di Ancona, si può ragionevolmente affermare che i resti ossei rinvenuti nei pressi dell’Hotel House di Porto Recanati appartengono alla minore Mossamet Cameyi”. E’ quanto afferma in una nota il procuratore capo Giovanni Giorgio.

L’ipotesi è che la ragazzina, una volta giunta da Ancona alla stazione ferroviaria di Porto Recanati in provincia di Macerata, si sia recata all’Hotel House, dove poco tempo dopo è stata uccisa e sotterrata nei pressi dell’immobile.

 

Ossa umane ritrovate a Porto Recanati: "Sono di 15enne scomparsa"

 

“Si invita chiunque possa fornire notizie – prosegue il procuratore – a recarsi presso la sede delle questure di Ancona e Macerata e presso altri uffici di polizia giudiziaria o presso la sede della Procura di Macerata. Ciò al fine di consentire e di raccogliere elementi utili per lo svolgimento di indagini apparentemente non agevoli, atteso il lungo tempo decorso dal momento della scomparsa della minore”.