Lutto nell’Arma dei Carabinieri: l’Appuntato Scelto Angelo Tredanari non ce l’ha fatta

E’ morto improvvisamente Angelo Tredanari, Appuntato Scelto dei Carabinieri

Un lutto che ha colpito le comunità di Montelepre, in cui prestava servizio presso la stazione dei carabinierie e quella di Giardinello dove il militare viveva da oltre venti anni

Tredanari si è spento ad appena 53 anni la scorsa mattina stroncato da un infarto che lo ha colpito nel sonno, lasciando nello sconforto la moglie Anna e le figlie Italia e Noemi. Angelo Tredanari era conosciuto, rispettato e stimato da tutti per la sua grande umanità nel svolgere il proprio lavoro.

Indossava la divisa con il cuore – racconta il giornale “teleoccidente” he lo ricorda – mettendosi sempre al servizio degli altri.

Non è mai stato un inquisitore, piuttosto un investigatore di rango. Una spalla per l’intera comunità monteleprina che lo ha apprezzato come persona, come uomo e come padre, prima che come un’istituzione.

Nato a Foggia nell’agosto del 1965, Angelo Tredanari si arruolò nell’Arma dei Carabinieri non appena diciottenne.

Dopo avere concluso il corso di formazione militare, venne trasferito a Trapani, dove conobbe la moglie Anna. Subito dopo le loro nozze venne assegnato alla stazione dei carabinieri di Montelepre dove ha ininterrottamente prestato servizio con impegno ed umiltà.

Durante la sua carriera militare ha pure preso parte a diverse missioni umanitarie di pace in Kossovo, tanto da essere stato insignito nel 2009 dal Capo dello Stato, su proposta della Presidenza del Consiglio, dell’onoreficenza di Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

La notizia della sua morte inaspettata ha fatto immediatamente il giro del paese, anche attraverso i social network in cui monteleprini e giardinellesi continuano ad esprimere attestati di stima nei confronti della sua memoria e messaggi di cordoglio alla famiglia.

In segno di lutto per la sua improvvisa scomparsa, il comitato dei Festeggiamenti del Santissimo Crocifisso di Montelepre, di concerto con l’Arciprete del paese Mons.

Gaspare Randazzo e con l’Amministrazione Comunale, ha deciso di sospendere tutte le attività ricreative e gli spettacoli in programma per oggi e domani, rinviandoli a data da destinarsi. Il palco di Piazza Ventimiglia, infatti, è già stato smontato, per consentire domani il sereno svolgimento dei funerali, che si terranno alle ore 16 nella Chiesa Madre di Montelepre.

Il comandante della stazione dei carabinieri, il Maresciallo Roberto Chilla, si dice “costernato” per la triste perdita dell’Appuntato Scelto Angelo Tredanari.

“Mi sono insediato in caserma solo lo scorso novembre, e il collega è stato da subito un mio punto di riferimento. Lui mi ha aiutato a conoscere la realtà locale e ad inserirmi in questa comunità. Sebbene ci conoscessimo da pochi mesi, porterò sempre con me, di lui, un ricordo indelebile”.

La camera ardente è stata allestita nella sua abitazione di Giardinello dove, da questa mattina, si registra un continuo viavai di persone. Familiari, colleghi, amici dell’Appuntayo dei Carabinieri, per rendere omaggio alla salma. Gli editori, la redazione e i tecnici di Teleoccidente, si uniscono al dolore della famiglia Tredanari.