Tumori, trovato il codice di autodistruzione delle cellule

Conoscere il codice significa infatti poter controllare le armi anticancro, ossia i micro Rna che l’organismo utilizza normalmente per difendersi e attivarle per aggredire le cellule malate.

“Possiamo utilizzare i micro Rna direttamente e schiacciare l’interruttore che innesca l’autodistruzione”, aggiunge Peter.

 

La nuova strategia offre anche il vantaggio di non avere i numerosi effetti collaterali della chemioterapia, che alterando il genoma delle cellule rischia di provocare tumori secondari.

L’obiettivo adesso, spiega Peter, “non è trovare una nuova sostanza artificiale tossica per il tumore”, ma “seguire il corso della natura, utilizzando un meccanismo che ha natura ha sviluppato”. ( ANSA)