Austria, famiglia di nobili sterminata: conte uccide padre, madre e fratello | Polizia: forse per motivi di denaro

Triplice omicidio nella nobiltà austriaca. La polizia ha arrestato il conte Anton von Goess, di 54 anni, per l’omicidio del padre, conte Ulrich von Goess, di 92 anni, della madre, Margherita Cassis Faraone, di 87, friulana, e di un altro figlio del conte, Ernst. Von Goess ha confessato. Il fatto di sangue è avvenuto a Mistelbach, in Austria, nell’antica dimora di Bockfliess. Gli investigatori non escludono un movente di natura economica.

Sul posto è stato trovato un fucile da caccia, che potrebbe essere l’arma dei delitti. La moglie di Ulrich von Goess, Margherita Cassis Faraone, era di Terzo di Aquileia (Udine), dove aveva una villa in centro in cui tornava spesso durante l’anno. Il procuratore del distretto di Mistelbach ha ricordato che frequenti erano i litigi in famiglia. Il magistrato ha incaricato di sottoporre il presunto omicida a esami clinici, anche psichiatrici, per verificare se avesse fatto uso di sostanze particolari prima di commettere l’assassinio. La settimana prossima, invece, saranno eseguiti esami autoptici sui corpi delle tre vittime. L’omicida ha sparato, probabilmente, cinque colpi del fucile da caccia. A lanciare l’allarme è stata una donna dopo che giovedì aveva sentito rumori “come scoppi”. La contessa Margherita Cassis Faraone era molto nota in tutto il Friuli Venezia Giulia per il suo impegno culturale. La notizia ha destato sconcerto nella Bassa friulana e nel piccolo Comune di Terzo di Aquileia. Margherita Cassis Faraone, oltre a essere una mecenate, è stata anche per diversi anni presidente dell’Associazione nazionale per Aquileia.