Inter-Napoli, morto il tifoso interista investito negli scontri prima della partita

E’ morto per le ferite riportate un tifoso interista di 35 anni, investito da un van di tifosi napoletani ieri sera, prima della partita Inter-Napoli a San Siro. Un episodio che aveva già un grave bilancio, con quattro tifosi napoletani accoltellati durante gli scontri. L’uomo morto era stato ricoverato all’ospedale San Carlo in gravi condizioni ed era stato operato nella notte. Tra gli altri feriti il più grave è un 43enne accoltellato all’addome e portato al Sacco.

La rissa è avvenuta in via Sant’Elena, zona via Novara, circa un’ora prima della partita. E la prima ipotesi è che si sia trattato di un agguato degli ultrà interisti agli avversari napoletani. Dalle prime ricostruzioni sembra che l’investimento sarebbe avvenuto alla fine degli scontri, intorno alle 19.30. Secondo quanto racconta corriere.it Il van, su cui viaggiavano i supporter partenopei, era stato bloccato da un gruppo di ultras nerazzurri, con mazze e catene.

A quel punto i tifosi del Napoli erano scesi e ne era nata una colluttazione, durante la quale un supporter partenopeo era stato accoltellato in modo lieve a un fianco. Successivamente gli ultras napoletani erano risaliti sul van e ripartendo avevano travolto il tifosi interista, il quale sarebbe stato poi caricato su un’auto e lasciato davanti all’entrata dell’ospedale, dove era stato ricoverato in codice rosso dalla serata di mercoledì.