Rapinatori con armi e ruspe, portavalori devastato: rubati i soldi delle pensioni

Era partito dalla sede Ivri di Bari ed era diretto a Matera per rifornire gli uffici postali del denaro necessario a pagare le pensioni, il portavalori assaltato questa mattina attorno alle 7.30 lungo la statale 96, in agro di Mellitto, nel Barese. Il bottino ammonterebbe a 2,3 milioni di euro destinati agli uffici postali per il pagamento delle pensioni.

Il commando era composto da almeno quattro persone, mascherate e armate con fucili mitragliatori. I rapinatori, che hanno dato alle fiamme due mezzi pesanti lungo la strada per bloccare la carreggiata e proteggersi la fuga, hanno usato le ruspe per sfondare il blindato al cui interno erano in servizio tre guardie giurate. Nessuna di loro è rimasta ferita.

Per aprire il furgone portavalori i banditi hanno poi utilizzato delle ruspe. Al momento non si sa se all’interno del mezzo ci fossero soldi o preziosi. Sull’accaduto indagano i carabinieri di Altamura. In azione anche i vigili del fuoco e il 118.

La statale 96 è stato chiusa in entrambe le direzioni. Il traffico viene deviato in direzione Bari al km 89,700 presso lo svincolo Cassano. Il personale Anas è presente per coordinare le attività di ripristino della circolazione e per la gestione della viabilità sui percorsi alternativi