Lascia la Polizia e si trasferisce in Norvegia: “Prendo tremila euro al mese, in Italia non torno”

Stefano Messina ha 46 anni e fino a sette anni fa faceva il poliziotto in Italia. Poi, stanco di fare fatica ad arrivare a fine mese e per paura di non dare a sua figlia un futuro decente, ha preso una decisione difficilissima: trasferirsi all’estero, precisamente in Norvegia. La sua storia è stata raccontata oggi dal Fatto Quotidiano: «L’Italia non mi manca – dice Stefano – sono arrabbiato con lei, non dovevo essere costretto ad andarmene».

Nel 2012 l’ex agente, posto fisso in polizia e una figlia appena nata, iniziò a guardarsi intorno: «Era mortificante non arrivare a fine mese – ricorda – in Norvegia c’erano incentivi per i giovani, ma anche per mettere al mondo figli». A marzo 2013 parte dunque per il Paese scandinavo, prima da solo, poi dopo pochi mesi raggiunto dalla compagna e dalla piccola Amina: «Quando la ditta mi chiamò per un lavoro stagionale, dissi subito di sì – aggiunge – Per tre mesi abbiamo vissuto nella mia roulotte, poi ci siamo trovati una casa».