Omicidio Rozzano, il movente sarebbe abusi su bambina?

Antonio Crisanti, il 63enne ucciso ieri pomeriggio a Rozzano (Milano), sarebbe stato ammazzato perché accusato di aver abusato di una bambina. Sono le prime indiscrezioni riguardo l’omicidio avvenuto nel parchetto accanto al supermercato “Il Gigante” di viale Lazio. I presunti killer che si sono costituiti questa mattina avrebbero già rilasciato dichiarazioni sul movente.

Accompagnati dal proprio avvocato, si sono presentati alla tenenza di Rozzano Emanuele Spavone, di 35 anni, e Achille Mauriello, di 27. Il primo è ritenuto l’autore materiale che ha esploso i cinque colpi di calibro 9×21, quattro dei quali hanno raggiunto l’obiettivo. Il più giovane, invece, avrebbe guidato lo scooter.