Torino, ragazza violentata da un migrante nel parco. Si era appartata con un amico, poi le minacce

La giovane era con un amico che ha dato l’allarme, preso un trentenne della Guinea. Salvini su Facebook: “Colpa mia che sono cattivo… Tolleranza zero”. Una ragazza di 18 anni è stata violentata la notte scorsa da in migrante irregolare nel parco del Valentino a Torino, ne parla il quotidiano Leggo.it. Secondo quantio riportato, la 18enne si sarebbe appartata assieme a un amico al parco poi entrambi sarebberp stati minacciati con una bottiglia da un uomo, circa 30anni, migrante irregolare.

Torino – Terribile la violenza usata al Parco del Valentino, il polmone verde nel cuore di Torino. Il trentenne della Guinea, irregolare in Italia, è stato arrestato dalla polizia. La ragazza, secondo quanto ricostruito dalla polizia, si era appartata con un amico su una panchina del parco, dopo aver trascorso la serata in una discoteca, quando il migrante l’ha minacciata, armato di bottiglia. A dare l’allarme è stato l’amico.

A chiamare la polizia, dopo la segnalazione dell’amico della vittima, è stato il personale addetto alla sicurezza della discoteca. Immediato l’intervento di una volante, in zona per monitorare l’area del Parco del Valentino. La ragazza, ferita, era senza scarpe e aveva il vestito strappato. È stata trasportata all’ospedale Sant’Anna in stato di choc. L’autore della violenza è fuggito e ha cercato di nascondersi dietro ad alcuni cespugli, lungo gli argini del fiume Po, ma è stato arrestato dagli agenti. L’accusa nei suoi confronti è di violenza sessuale.