Pompiere ucciso in servizio, J.J. Watt dona 10mila dollari alla sua famiglia “è bello sapere che ci sono sportivi così sensibili”

Ci sono vip e vip. Alcuni donano denaro a gruppi che odiano le forze dell’ordine. Poi c’è questo ragazzo.

TEXAS – Si tratta di J.J. Watt, giocatore di football degli Houston Texas (NFL) e ha donato 10.000 dollari, pari quasi a 9mila euro, alla famiglia di un pompiere del Wisconsin, Mitchell Lundgaard, è morto mercoledì scorso dopo aver risposto a una chiamata.

Questa sensibilità, forse dipesa dal fatto che il padre di Watt è un pompiere in pensione. Lo sportivo aa fatto la donazione attraverso una pagina GoFundMe che è stata creata per il vigile del fuoco

Il vigile del fuoco è stato ucciso da un folle, nell’episodio è stato colpito anche un agente di polizia. La polizia, rispondendo al fuoco, ha ucciso l’aggressore ma non è riuscita a salvare il pompiere.

Il vigile del fuoco Mitchell Lundgaard

 

Lo sportivo però non è nuovo a questi gesti. Negli anni ha infatti fondato la J.J. Watt Foundation che fino ad oggi ha raccolto $ 41,6 milioni per aiutare le persone colpite dal’uragano Harvey nel 2018. Il denaro è stato inviato a All Hands and Hearts, Americares, Boys & Girls Club, Baker Ripley, Feeding America, Habitat for Humanity, Save the Children e SBP.

Prima dello Huston Texas, J.J. Watt era nel Wisconsin . Questo potrebbe spiegare in parte perché oltre a questo episodio, già in passato aveva donato. L’estate scorsa $ 10.000 alla famiglia di un capitano dei pompieri rimasto ucciso in un’esplosione a Sun Prairie.

J.J. Watt in una recente visita a Roma

È bello vedere sportivi famosi supportare soccorritori, forze dell’ordine e famiglie. Bello quanto raro, a differenza della sua controparte, l’ex quarterback della NFL Colin Kaepernick.

Kaepernick, il calzettone indossando, leggenda anti-polizia che ora lotta per trovare un impiego ha già fatto una donazione di $ 25.000 a un gruppo in onore di Joanne Chesimard. Chesimard era un membro dell’Esercito di liberazione nero che si chiama Assata Shakur ed è stato condannato per omicidio di primo grado nell’assassinio del 1973 del truppa di Stato del New Jersey, Werner Foerster.

Joanne Chesimard fu condannato all’ergastolo, ma nel 1979 uscì di prigione. Fuggito a Cuba, dove ora vive come latitante dalla giustizia, Colin Kaepernick ha fatto la donazione all’organizzazione di Chicago Assata’s Daughters. .

Ha insistito sul fatto che quella donazione, in parte sarebbe stata data a Cop Watch, che è un gruppo che incoraggia le persone a seguire e filmare gli agenti di polizia che svolgono il loro lavoro. L’ufficiale Down Memorial Page riporta che l’Esercito di liberazione nero era responsabile degli omicidi di più di 10 agenti

Joanne Chesimard  rimane nell’elenco dei Most Wanted dell’FBI.