Sfascia tutto e manda in ospedale i Carabinieri

Un ubriaco di 48 anni ha mandato in ospedale due Carabinieri intervenuti a sedare una rissa in un bar

MILANO – Storie di ordinaria folli urbana. Protagonista è un uomo di origine ucraina con un probabile passato con sport da combattimento, vista la tipologia di colpi raccontata dai media

L’ennesimo episodio ai danni delle forze dell’ordine si è verificato la scorsa sera, attorno alle 21 in un bar di Via Roma a Rosate, in provincia di Milano. Un uomo, è orario di chiusura, entra domandando con poca grazia, da bere. I gestori infatti vedendo che l’uomo è già alterato e conoscendo già il soggetto, si negano indicando l’orario di chiusura

A quel punto l’uomo anzichè andare altrove, non gradendo il diniego inizia a dare in escandescenza. Minacce, urla, lancio di oggetti. Per questo si è reso necessario l’ibntervento dei Carabinieri. Le scene sono state riprese da una videocamera interna di sicurezza.

In pochi minuti giungono sul posto i militari. Ad intervenire sono gli uomini della Compagnia di Abbiategrasso, giunge inizialmente un mezzo di servizio della caserma di Motta Visconti e poi una di Rosate con il comandante della stazione Luogotenente Antonello Damiano e un altro carabiniere.

Difficilissimo il compito degli uomini in divisa, che inizialmente sono riusciti a convincere l’ubriaco ad uscire dal locale. Quando però la situazione sembrava tornata alla normalità, il 48enne ha tentato la fuga. Una volta “recuperato”, l’uomo si sarebbe messo in posizione di guardia per poi colpire i militari come una furia.

Solo con l’aiuto di altri colleghi (in tutto sei uomini) il novello pugile è stato fermato.

I Carabinieri colpiti sono stati portati al pronto soccorso e giudicati guaribili il primo in 15 giorni e il secondo in sette, l’ucraino è andato ai domiciliari. / LEGGI ANCHE: Aggredisce gli agenti e sfonda una volante, arrestato un egiziano