Napoli. Il maresciallo (falso) dei Carabinieri colpisce ancora, c’è una nuova vittima

Ci risiamo, la truffa del Carabiniere va in scena ancora una volta e con le solite modalità.

Napoli – La truffa ancora una volta ha preso di mira una persona anziana e soprattutto lo ha fatto con la stessa tecnica di sempre: fingersi un Maresciallo dei Carabinieri e precipitarsi a casa della vittima fingendo un arresto.

La solita tecnica, diffusa in tutto lo stivale. Un’altra vittima era finita nella trappola appena una settimana fa a Melito Irpino. Quella di queste ore invece si è verificata nel comune di Lioni, a poco più di 30 chilometri di distanza.

Come consuetudine, il malvivente ha prima contattato telefonicamente la vittima spacciandosi per un Carabiniere e sostenendo che il figlio era stato bloccato in Caserma perchè responsabile di un grave incidente stradale.

Successivamente, nel corso della stessa telefonata ha aggiunto che in poco tempo sarebbe passato un avvocato, a casa dell’anziano, per prendere in procura il caso ed evitare l’arresto del figlio.

L’anziano preso di mira ha cosi consegnato 7 mila euro in contanti al finto avvocato. I soldi naturalmente sarebbero serviti per difendere il figlio, secondo il truffatore.

La truffa ai danni dell’ottantenne è stata scoperta solo qualche ora dopo, ovvero quando l’anziano si è messo in contatto con il figlio a cui ha raccontato l’episodio. A quel punto è scattata la denuncia presso la Stazione dei Carabinieri locale.

I militari della Compagnia di Sant’Angelo dei Lombardi sono alla ricerca del truffatore.