Tenta di violentare l’autista di un autobus “a cavalcioni su di lei”

VICENZA – Ha tentato di violentare un’autista donna di 35 anni e solo l’intervento di un passante l’ha messo in fuga. Poi, correndo via, ha fatto cadere a terra una pensionata di 78 anni ma alla fine l’uomo, un clandestino di 31 anni, è stato arrestato dalla Polizia. L’episodio si è verificato ieri mattina, in via Carso a Vicenza, dove c’è il capolinea del tram.

Alla fine le manette sono scattate per Isaiah Ogboe, nigeriano, entrato in Italia come richiedente asilo nel 2016.

Secondo quanto spiegato in Questura l’uomo aveva ottenuto il permesso provvisorio come richiedente asilo ma la sua istanza era stata rigettata, così come pure il ricorso. Lo straniero, che è dunque un clandestino, ha precedenti penali per reati contro il patrimonio e la persona.

Era stato arrestato poche settimane fa dalla Polfer di Vicenza, dopo essere stato trovato in treno senza biglietto, per resistenza e lesioni, al punto che gli agenti erano stati costretti ad usare lo spray urticante per immobilizzarlo.

Ben più grave l’episodio avvenuto ieri. La dipendente della Svt si stava apprestando a ripartire dopo una breve sosta, quando è stata aggredita dallo straniero, che ha tentato di stuprarla mettendosi a cavalcioni su di lei, toccandola nelle parti intime e cercando di sfilarle i pantaloni.

Le grida della donna sono state udite da un passante, un pensionato di 72 anni, che con grande coraggio si è avvicinato e l’ha fatto fuggire, per poi riuscire a fotografarlo con lo smartphone.