I Carabinieri ora si spostano con il Qooder

Ancora novità per il parco automezzi dell’Arma dei Carabinieri: due “speciali” Qooder sono infatti stati donati al corpo ed entreranno ufficialmente ‘ in servizio’ nelle prossime ore.

Milano – Il mezzo è stato presentato nell’ambito dello svolgimento della cerimonia del 205esimo anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri.

La presentazione, presso il Comando Generale “Pastrengo” a Milano. I qooder, lo sappiamo, sono veicoli a 4 ruote, ibridi tra auto e moto. Questi due modelli dovrebbero essere assegnati a Milano, ma altri dovrebbero entrare in funzione tra Lombardia, Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta.

I Carabinieri ora si spostano anche in scooter: arriva la Vespa dell’Arma

 

Sul mezzo non manca naturalmente la classica livrea dell’Arma. Il veicolo è dotato di sistema brevettato HTS Hydraulic Tilting System che gli consente di inclinarsi come una moto ma di mantenersi aderente all’asfalto e di affrontare le strade più dissestate grazie alle 4 ruote da 14 pollici.

Tra le dotazioni specifiche, si apprende durante la presentazione, i dispositivi di emergenza luminosi a LED e sonori. Un equipaggiamento pensato appositamente per il ruolo rivestito da questi mezzi, di pattugliamento, dovrebbe garantire tempestivit sia negli interventi diurni che in quelli notturni.

 

 

La cerimonia è avvenuta alla presenza del Generale di Corpo d’Armata Gaetano Maruccia, Comandante del Comando Interregionale Carabinieri “Pastrengo”, e Paolo Gagliardo, Ceo di Quadro Vehicles.

“E’ un onore rinnovare la partnership con l’Arma dei Carabinieri – ha detto il CEO – in occasione dei 205 anni dalla fondazione del corpo. Qooder rappresenta un nuovo concetto di mobilità, diretto a migliorare la sicurezza e la stabilità su strada, una ‘mission’ che ben si sposa con il servizio svolto quotidianamente dagli uomini e le donne in divisa per la tutela e la sicurezza del nostro Paese”.