Rissa al bar, ennesima aggressione: pestano anche i Carabinieri

La discussione è cominciata verso la mezzanotte di martedì davanti al bar in una lingua non comprensibile ai più. Il clima si è fatto escandescente. Alle parole hanno pian piano cominciato ad aggiungersi i gesti.

PISA – Il barman, compresa la serietà della cosa non ha esitato un minuto e si è affrettato a chiedere aiuto al 112.

I carabinieri della stazione di Navacchio si sono precipitati al locale cascinese sulla Tosco Romagnola trovandosi davanti una brutta scena, non semplice da gestire. Quattro uomini, extracomunitari, in evidente stato di alterazione dovuto all’abuso di sostanze alcoliche e letteralmente fuori controllo.

Il più ‘folle’, scrive il quotidiasno La Nazione, un 27enne – arrestato poi per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, nonché lesioni personali e rissa – che insieme ad altri due connazionali si accaniva contro un quarto in loro compagnia. Giù una scarica di calci e pugni che è proseguita anche alla vista degli uomini in divisa.

Anzi, quando i militari hanno coraggiosamente provato a fermarlo, il giovane si è scagliato anche contro di loro lanciandogli addosso addirittura uno sgabello.

“Due fatti gravi in due città leghiste – scrivono dal Pd –. Gli attuali amministratori avevano promesso agli elettori di risolvere il problema della sicurezza (peraltro da loro sempre coniugato in funzione anti-immigrazione). A Cascina, dove gli eventi criminali ormai fanno poca notizia, sono stati persino aggrediti dei carabinieri, a loro va tutta la nostra solidarietà. In compenso la sindaca, che pure aveva fatto grandi proclami in materia, non ha trovato di meglio che candidarsi alle europee e lasciare quindi la grana in mano a chi verrà dopo di lei a guidare la città”.