Mario, il Carabiniere accoltellato in servizio con una lama di 8 centimetri è tornato a casa

È stato dimesso nelle scorse ore il Carabiniere accoltellato alla schiena diversi giorni fa, da un marocchino ubriaco.

Mario Iadonato, Brigadiere Capo di lunga esperienza era stato aggredito il 29 giugno scorso.

Il Carabiniere era stato ferito con una coltellata alla schiena da un 46enne marocchino ubriaco a Montegiorgio, nel Fermano. Il militare è tornato a casa dalla sua famiglia dove trascorrerà la convalescenza prima di rientrare in servizio.

LEGGI ANCHE: “Ha cercato di ammazzarmi”: ma prima di essere accoltellato, Mario aveva fatto una cortesia al suo aggressore

Seppur ancora dolorante, fa sapere il comando provinciale dei Carabinieri di Fermo, le condizioni di salute di Mario Iadonato sono buone.

Il brigadiere era stato inizialmente trasportato all’ospedale Augusto Murri di Fermo, dove era rimasto ricoverato per diversi giorni in prognosi riservata.

Poi è stato trasferito all’ospedale di Ancona per essere sottoposto a un intervento in toracoscopia all’altezza del polmone sinistro, avvenuto il 9 luglio, necessario per rimuovere un riversamento di sangue. Oggi le dimissioni dal reparto di Chirurgia toracica dell’Umberto I.

LEGGI ANCHE: Accoltellato in servizio, la rabbia dei Carabinieri “domani a chi tocca? Servono fatti, non passerelle”