Martina, uccisa da un uomo sotto effetto di droghe, lascia un bimbo diversamente abile

Scicli (Ragusa) E’ C.F., 34enne, l’uomo arrestato dai Carabinieri per omicidio stradale.

C.F. è accusato di aver travolto e ucciso una giovane mamma, Martina Aprile, sotto effetto di stupefacenti.

Secondo quanto riportato dai media locali, gli esami tossicologici lo avrebbero dato positivo alla cocaina e al metadone.

C.F. si trovava alla guida della propria Y ed oltre a uccidere la giovane Martina, 24 anni appena, che in quel momento si trovava in strada per buttare la spazzatura del locale nel quale lavorava, ha ferito anche un collega della stessa, un 41enne trasportato e ricoverato in ospedale.

C.F. faceva lo stesso lavoro dei ragazzi investiti, era cameriere in un villaggio turistico. Era in cura al Sert di Vittoria.

LEGGI ANCHE: Giovane mamma travolta e uccisa: l’automobilista era sotto effetto di cocaina e metadone

Martina Aprile lascia un bimbo di 3 anni. Il piccolo, diversamente abile, è in cura all’associazione onlus Piccolo Principe, che si occupa di bambini con casi difficili.

Per la donna, quel piccolo bisognoso d’affetto era tutta la sua vita. Tanto che, su Facebook, alla voce “professione” aveva scritto “Mamma a tempo pieno”. E questo, rende la dimensione della tragedia.