‘Ndrangheta, arrestato il boss Domenico Crea: era latitante dal 2015

La svolta ieri sera, quando, dopo appostamenti e accertamenti supportati dall’utilizzo di strumentazioni tecnologiche molto sofisticate, si è avuta la certezza della presenza del latitante all’interno di una villetta in Santa Domenica: le manette sono scattate all’alba; l’uomo era in compagnia della moglie e delle due figlie minori ed è stato trovato in possesso di 5.000 euro in contanti. Al vaglio degli investigatori la posizione dei due coniugi proprietari dell’immobile messo a disposizione della famiglia Crea.

ESULTA SALVINI

«Polizia e Carabinieri alla grande contro la ‘ndrangheta, arrestato l’ultimo latitante importante rimasto in Calabria e altri sette criminali per estorsioni tramite incendi, minacce e violenza: la giornata comincia molto bene» ha commentato il ministro dell’Interno Matteo Salvini.