Bimba muore a 13 anni a causa dell’obesità: “famiglia aggressiva, nutrita solo con cibo spazzatura”

Una bimba è morta a 13 anni dopo complicazioni di salute legate anche alla forte obesità. La bambina, si apprende dai giornali, è stata nutrita per anni con cibo da fast food, senza preoccupazione alcuna da parte della famiglia sullo stato di salute. E così, ben presto, la ragazzina ha sviluppato un’obesità tanto grave da provocarle gravi problemi cardiocircolatori e di mobilità.

La storia arriva da Manchester, la mamma della ragazza è finita in tribunale. Pare che la ragazza, descritta come una persona solare e sorridente, fosse arrivata a pregare gli insegnanti di non dire alla madre che faceva esercizio fisico durante le ore scolastiche. La famiglia non le aveva mai fornito neanche il materiale per svolgere l’attività motoria di base.

Quando i familiari sono stati interrogati, hanno descritto la figlia come pigra e grassa e senza possibilità di recupero. La donna si è mostrata aggressiva nei confronti della figlia fino a quando la 13enne non è morta. La ragazza è stata ricoverata in seguito a copmplicazioni, i medici non sono stati in grado di effettuare un trapianto di cui aveva fortemente bisogno proprio a causa dell’eccesso di massa adiposa.