Neonata operata, le serve una trasfusione: no dei genitori testimoni di Geova. La salva un magistrato

I genitori testimoni di geova negano la trasfusione.

La piccola era in sala operatoria con unʼemorragia cerebrale

Le serve una trasfusione ma i genitori, testimoni di Geova, le negano la possibilità. E così i medici per salvarle la vita sono costretti a contattare il tribunale. E’ successo a Legnano, protagonista una bimba di neanche un anno finita in sala operatoria dopo un incidente domestico.

Di fronte al rifiuto dei genitori di procedere con una trasfusione di emergenza, i medici dell’ospedale hanno prima chiamato i Carabinieri i quali si sono attivati presso il tribunale dei minori.

La potestà dei genitori sulla piccola è stata sospesa dal pm e così si è potuto procedere con la trasfusione, terminare l’intervento e salvare la vita della bambina.

l’accaduto 

Il ricovero in ospedale si è reso necessario dopo una caduta. Inizialmente alcun sintomo di malessere, dopo diverse ore, però, secondo quanto ricostruito in ospedale la bambina avrebbe iniziato a tossire, sudare e vomitare. Inizialmente visitata al Pronto Soccorso di Gallarate, la bambina è stata trasferita a Legnano a causa del peggioramento del quadro clinico.