Arma dei Carabinieri in lutto, morto un brigadiere capo Massimo Trippanera

Lutto nell’Arma dei carabinieri. Ha lottato contro un male che non gli ha lasciato scampo, così adesso l’Arma piange il brigadiere capo dei carabinieri Massimo Trippanera.

Massimo era originario di Tarquinia ma si era trasferito a Siena da oltre 30anni. In Toscana era giunto nel lontano 1987.

Dopo una prima breve esperienza a Firenze, il suo cuore si è spostato a Siena. E da li non è più andato via.

Massimo ha lavorato sia a Siena che ad Asciano. Sempre sorridente, era apprezzato per la sua umanità, la correttezza e la disponibilità. I colleghi lo ricordano con rammarico.

Era da anni impegnato nell’organo di rappresentanza militare dell’Arma per la tutela dei colleghi. “L’Arma di Siena, con in testa il Comandante Provinciale, Colonnello Stefano di Pace, si stringe attorno alla famiglia del Brigadiere Trippanera, esprimendo grande vicinanza e affetto alla moglie Roberta ed ai figli Federico e Beatrice”, si legge in un comunicato.

I funerali in forma solenne hanno avuto luogo Domenica, ad Asciano nella Chiesa di Sant’Agata.