Nessuno aiuta i Carabinieri: passanti troppo impegnati a riprendere la scena con i cellulari

Momenti di paura per alcuni militari lo scorso sabato mattina a Milano.

Protagonisti alcuni carabinieri chiamati su un intervento presso un supermercato della catena Esselunga in Via Solari a causa di un diverbio sfociato poi in rissa.

Arrivati sul posto, la situazione si rivela fin da subito decisamente caotica. Tra i coinvolti, un africano al quale vengono chiesti i documenti per l’identificazione come normale in questi casi. Alla richiesta dei militari l’africano da in escandescenza per poi arrivare addirittura all’aggressione a calci e sputi.

Così la situazione degenera ulteriormente. Buttato a terra un Carabiniere con l’intenzione di sottrargli l’arma, celere è l’intervento di altri colleghi giunti da pochi secondi in ausilio. L’uomo viene ammanettato ma non basta, continua a dimenarsi e sferrare colpi con i piedi.

Risultato: tutti i quattro militari intervenuti finiscono refertati in pronto soccorso con ferite giudicate guaribili in circa una settimana.

Identificato, l’aggressore è risultato essere un 29enne originario della Nigeria, sbarcato in Italia nel 2016 e irregolare. L’uomo è stato arrestato con l’accusa di per resistenza a pubblico ufficiale.

A infastidire ancora di più la solita nota: i presenti, invece di aiutare i Carabinieri si sono limitati a formare un capannello e riprendere la scena con i cellulari