L’Italia intera piange: l’ultimo saluto a Matteo Demenego e Pierluigi Rotta

“Mentre meditavo sulla stella della fede che ha illuminato anche il vostro percorso di vita, mi è venuto spontaneo andare con la mente ad un video amatoriale che avevo visionato, prodotto durante una notte mentre stavate facendo il vostro lavoro, dove, con la gioiosa maturità dei vostri trent’anni, invitavate i cittadini di Trieste a dormire tranquilli, perché a vigilare sulla loro sicurezza c’eravate voi che vi definite figli delle stelle. Cari Matteo e Pierluigi – ha concluso mons. Crepaldi – anche dopo questo addio, per Trieste voi resterete i luminosi figli delle stelle. Trieste vi dice grazie, mentre affida alla materna protezione della Madonna, Stella del mattino, le vostre anime e i vostri cari”.

Al termine dei funerali il questore di Trieste Giuseppe Petronzi si è commosso: “Saluto la Volante 2 alla sua ultima uscita con le stesse parole che usavano loro, ‘qui ci siamo noi dormite sonni tranquilli”’ ha detto. Alla fine delle esequie alcuni colleghi si sono avvicinati e inginocchiati vicino ai feretri. All’uscita della chiesa, un lungo applauso dei presenti ha tributato l’ultimo omaggio ai due agenti uccisi.

Il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese al termine dei funerali ha rivolto un pensiero ai due giovani poliziotti: “Un pensiero – ha affermato – va a questi ragazzi la cui vita è stata spezzata in maniera improvvisa e assurda”. E si è detta colpita dalle parole del questore: “Sono state parole dette col cuore e che rispecchiavano il pensiero di tutti”.