L’assassino di Matteo Demenego e Pierluigi Rotta aggredisce i poliziotti in carcere

Aejandro Augusto Stephan Meràn, il giovane dominicano finito in carcere per aver ucciso due agenti di Polizia all’interno della Questura di Trieste lo scorso 4 ottobre, si sarebbe scagliato contro gli agenti della Polizia penitenziaria in servizio presso la casa circondariale di via del Coroneo, intervenuti per tentare di riportare la calma dopo che lo stesso avrebbe dato in escandescenza sotto la doccia.

A riportare la notizia, e sulla cui ricostruzione ci sono ancora troppo pochi elementi per chiarirla, è TristePrima che cita fonti Rai locali: “Meran – si legge nel servizio – avrebbe anche tentato di usare una lavatrice contro di loro, ma alla fine è stato bloccato e immobilizzato”. Sempre secondo il servizio pubblico, “una delle guardie carcerarie ha riportato contusioni ed è stato medicato al pronto soccorso ospedaliero”.