Strage di soldati in Siberia: militare uccide 8 commilitoni e ne ferisce altri 2

In una base militare in Siberia

MOSCA – Un militare ha ucciso a colpi d’arma da fuoco otto commilitoni e ne ha feriti altri due in una base nella regione della Transbaikalia, nell’estremo oriente russo: lo fa sapere il ministero della Difesa russo citato dall’agenzia Ria Novosti.

Durante il cambio della guardia – stando a quanto riporta il dicastero – un soldato di servizio in un’officina tecnico-militare ha preso a sparare contro i suoi commilitoni con un’arma di ordinanza. L’uomo è stato arrestato.

Il militare avrebbe aperto il fuoco sui compagni oggi attorno alle 18.20 ora locale, le 11.20 in Italia, in una base a Gorny, circa 150 chilometri a nord del confine con la Mongolia.

Secondo il ministero della Difesa russo, il soldato che ha ucciso i commilitoni avrebbe avuto ‘un esaurimento nervoso per problemi personali non legati agli obblighi militari’.