I timer e l’audio di spiegazione del collega: così i pompieri di Alessandria sono caduti in trappola

Questa mattina l’Italia intera è stata sconvolta dalla notizia della tragica morte di tre vigili del fuoco. Sulla loro morte sono numerosi i punti dubbi degli investigatori.

In un audio choc in possesso dell’Adnkronos un vigile del fuoco prova a spiegare: “Il capo del Corpo ci ha radunato tutti per fare il punto della situazione questa mattina. Le bombole erano messe in modo da fare esplodere la palazzina. Quindi è stato un attentato studiato male”.

E ancora: “Sembra che i colleghi sono arrivati che già c’era stata un’esplosione e mentre stavano dentro, dove c’erano queste bombole, c’è stata un’altra esplosione”. Il pompiere poi ha aggiunto: “Sembra che sopra ci fossero degli inneschi proprio per far esplodere la palazzina. Questo è quello che ci ha detto il capo del Corpo”.

LEGGI ANCHE: Antonio, Marco e Matteo: chi sono i tre pompieri morti nell’esplosione. Trovati fili elettrici e ‘timer’ nella cascina

Così potrebbe essere risolta anche la questione della dinamica.

Le parole del Questore di Alessandria

“Le prime ipotesi sembrano escludere una matrice eversiva o terroristica”. Arrivato davanti alla cascina esplosa ha aggiunto: “Questo è quello che possiamo dire per rassicurare l’opinione pubblica. Ora lasciamo lavorare gli investigatori. È stata una disgrazia grandissima, ci sarà da fare un lavoro certosino per risalire alle cause”.