19enne si risveglia dal coma dopo l’incidente e chiama la fidanzata morta

Il 19enne era finito in ospedale dopo lo schianto in un incidente in auto.

Accanto a lui il papà Franco, lo stesso che si è fatto conoscere per la sua storia di dedizione al fratello di Alberto, Andrea, un ragazzo autistico.

Si è risvegliato dal coma A.A., il 19enne rimasto gravemente ferito nell’incidente d’auto a Musile (Venezia) in cui è morta la sua fidanzata Giulia Zandarin. Il 19enne è uscito dal coma farmacologico e ha subito chiesto notizie della ragazza, deceduta nello schianto.

A.A. è figlio di Franco Antonello e fratello di Andrea, un ragazzo autistico che si è fatto conoscere proprio grazie al papà, un imprenditore di Castelfranco Veneto (Treviso), che a quel ragazzo ha dedicato la vita.

Alla storia di Andrea e di Franco si è ispirato Gabriele Salvatores per girare il suo ultimo film “Tutto il mio folle amore”, che racconta un lungo viaggio di un ragazzino autistico con suo padre.

Il risveglio – Ed è stato proprio il padre a confermare il risveglio del ragazzo: ha riaperto gli occhi, ha chiesto dove si trovava e ha subito voluto sapere di Giulia. Ed è apparso talmente agitato che i medici l’hanno dovuto sedare di nuovo.