Droga. Poliziotto allontanato dal servizio e condannato a 15 anni di carcere

Questa la cronaca: il 7 febbraio del 2016 al rientro dall’isola caraibica, il trafficante da tempo sorvegliato dalla Guardia di finanza, è fermato in aeroporto mentre cammina con il poliziotto, che quel giorno si è fatto cambiare di turno.

L’agente appare “molto infastidito”, ma il trolley è semivuoto. Quindi non scatta alcun provvedimento. Altri accertamenti successivi non danno esiti.

Finché si arriva al 1° maggio di tre anni fa. Stavolta il narcos è sorpreso con 6 chili di cocaina in valigia.

Prima di essere arrestato, però, avvisa il poliziotto, che impaurito chiama la moglie. Per farle capire il pericolo usa una parola in codice: “Paraponzi ponzi po”.

La donna si attiva per far sparire indizi compromettenti. Tuttavia nelle perquisizioni emergono prove del coinvolgimento dell’agente che a quel punto è allontanato dal servizio. (fonte: corriere.it)