Massimo Piras, il Carabiniere eroe dell’esplosione trasportato d’urgenza in ospedale: gravissimo dopo un impatto al suolo con il paracadute

Sarebbero molto gravi le gravi le condizioni del maresciallo dei Carabinieri Massimo Piras, 49 anni, in servizio a Borgo Panigale

Massimo è rimasto vittima ieri di un incidente sull’aviosuperfice di Molinella (Bologna) dopo un lancio con il paracadute.

Il Carabiniere, esperto, avrebbe impattato a velocità sostenuta con il terreno riportando gravi contusioni.

L’uomo è stato soccorso dagli operatori del 118 e trasportato d’urgenza in elisoccorso all’ospedale Maggiore dov’è tuttora ricoverato.

I colleghi stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’accaduto anche se, da un primo riscontro, sembra che si sia trattato di un errore umano.

Il nome del Carabiniere è già noto alle cronache. E’ stato infatti uno dei protagonisti-eroi dell’esplosione dell’autocisterna di Gpl, avvenuta il 6 agosto del 2018 a Borgo Panigale.

In quell’occasione il Carabiniere mise in salvo un gruppo di studenti bulgari a bordo di un minibus, gesto che poi gli valse un riconoscimento dal console Franco Castellini.