Verbania, operaio muore schiacciato dalle travi in acciaieria: Ivan Guizzardi aveva 26 anni


I sindacati, intanto, hanno indetto un’ora di sciopero, lunedì, e convocato una assemblea aperta dei lavoratori perché, dicono, «non è accettabile nel 2020 morire di lavoro».

Come «inaccettabili – afferma la segretaria generale della Cisl Piemonte Orientale, Elena Ugazio – in un Paese civile sono le 1.437 morti bianche dello scorso anno e le 13 vittime di questo inizio 2020. Non possiamo e non vogliamo restare indifferenti di fronte alla tragica morte di un giovane di appena 26 anni.

Da anni lanciamo, inascoltati, il nostro grido d’allarme per intensificare i controlli, la prevenzione e la formazione nei luoghi di lavoro – sottolinea – ma la scia di sangue dei morti continua inesorabile. La sicurezza dei lavoratori deve essere la priorità di tutti».

Anche per il segretario generale dell’Ugl, Paolo Capone, «sono necessari maggiori controlli e una formazione adeguata, soprattutto nei settori dove il rischio di infortuni è più elevato. Non è possibile che simili episodi – conclude – si verifichino con una facilità agghiacciante».

Fonte: Leggo