Requisito un carico di seimila litri di alcol destinato all’estero: servono all’ospedale per fronteggiare il COVID

E’ stato poi il Commissario straordinario per l’emergenza COVID – 19 Domenico Arcuri a disporre la requisizione

GENOVA- Requisiti nel porto di Genova Voltri più di 6000 litri di alcol: il carico era destinato alla Nuova Zelanda.

Dopo il sequestro, è stato subito dirottato all’ospedale San Martino di Genova in prima linea per l’emergenza Covid.

Tutto il carico è stato pagato alla ditta fornitrice, ma per evitare speculazioni, si legge sul sito dell’emittente locale Telenord, in base al prezzo del 31 dicembre 2019, prima dell’emergenza Coronavirus.

Forze dell’ordine e Agenzia delle Dogane hanno intercettato il materiale presso il terminal di Voltri

Si tratta di un carico di 6.152 litri idrati di alcol etilico non denaturato (a 96,5 % di volume pari a litri anidri 5.937) in esportazione verso la Nuova Zelanda.

La consegna è avvenuta con l’aiuto della Protezione Civile verso il San Martino di Genova per far fronte all’emergenza sanitaria.

L’alcol verrà utilizzato per la produzione d’igienizzanti ed ai fini scientifici.